Jean-Michel Basquiat

Basquiat

Jean Michel Basquiat è stato un pittore di strada (street art) . La sua arte emerge inpetuosamente dopo i 20 anni quando decide di vivere fuori dagli schemi. La sua arte è sociale, tratta temi sociali tipici degli anni 70 : razzismo verso i negri , alienazione , solitudine . Il suo modo di vivere fuori dagli schemi è gioioso , spavaldo, orgoglioso. In una New York desiderosa di far soldi ,  Basquiat non tarda ad essere notato per l’originalità delle sue opere, per il suo disegno infantile e drammatico, per le sue facce disegnate con colori splendidi, facce che spesso ospitano mappe di simboli o sono mischiate con simboli e scritte. Il suo sodalizio con Andy Warhol lo porta ad essere famoso e ricco . Ma un artista spesso viene frainteso , le sue opere non vengono mai capite , sopratutto se vengono vendute a cifre notevoli. La sua arte nata nei vicoli sporchi del Bronx, anche se di facile presa in un pubblico affamato di novità, alla fine è fonte di crisi per l’artista stesso : la forte contestazione contenuta nel linguaggio delle sue opere viene pesantemente attenuata dal mercato attirato solo dai possibili guadagni. Basquiat morirà a 27 anni a causa dell’abuso di droghe un anno dopo la morte dell’amico Warhol.
Basquiat pittore di colore, rimane uno dei grandi dell’arte pittorica americana , non solo per il suo stile originale ma anche per il suo modo di essere artista.