Opposizione psicoterapeuticamente corretta

Dacci oggi il nostro pane
Dacci oggi il nostro pane

Una emittente web di informazione della cosiddetta libera informazione , (si fa per dire), invita ogni tanto qualche personaggio, per parlare dell’operato del governo . Ultimamente è stato intervistato un esponente, legato al movimento della marcia della pace, psicologo e terapeuta . Costui incalzato dalle domande tipo : ma come mai è possibile che la nostra mente si sia adattata a tutto questo. Il professore risponde : ” tutto questo è abbastanza noto, si chiama propaganda, studiata da un certo Bernays nipote di Freud, e poi da Lipman che hanno costituito la cosiddetta propaganda moderna ,e comunque è una tecnica che serve per curare ma che in questo caso serve per ipnotizzare; il problema comunque è come facciamo ad uscirne , la risposta è sempre la stessa, possiamo uscirne se facciamo delle pratiche di risveglio che esistono e che consentono alle persone di acquisire velocemente una calma interiore qualunque cosa accada, perchè quando siamo agitati non siamo nell’intelligenza spirituale ma siamo in un intelligenza molto limitata guidate dalle passioni tristi : rabbia, tristezza, paura . Dobbiamo diffondere queste pratiche che sono ispirate dalle grandi tradizioni e che sono attualizzate e rese più efficenti dalle ricerche attuali della psicoanalisi e delle scienze della psiche insomma, oggi noi sappiamo molte cose che un tempo erano sconosciute “. Le grandi tradizioni sono forse quelle formatesi dall’autocoscienza e dall’esperienza delle lotte dei popoli per una vita più dignitosa , o sono quelle imposte nelle società borghesi formate dalle classi più forti detentrici di grandi ricchezze e di capitale, produttori di concetti come Patria, Nazione, Famiglia, che devono essere difesi all’occorrenza in nome di un bene comune che però alla fine è sempre penalizzante per le classi più disagiate .
L’esperto continua “oggi queste pratiche sono costituzionalmente obbligatorie, perchè i costituenti avevano previsto che perchè la costituzione potesse sortire l’effetto, bisognava che i cittadini fossero formati ai valori costituzionali, e quindi la formazione è un passaggio indispensabile, formazione che deve essere radicata non nelle ultime forme pubblicitarie di psicologia ma in cose molto serie e molto solide che hanno migliaia di anni di tradizione aggiornate con le recenti ricerche “. I valori costituzionali di cui parla sono principalmente quelli che riguardano il lavoro , libertà individuali inviolabili, libertà di espressione, che però una politica servile alle classi dominanti sovranazionali, non fa che sapientemente proporre in modo che il popolo lavoratore possa combattere per queste e poi regolarmente esserne defraudato.
Quindi una faticosa maturazione culturale e sociale fatta di lotte che dovrebbero portare la società a maturare un’autonoma coscienza civile e politica , si risolve con metodiche o prassi di carattere psicoterapeutico (pratiche di risveglio) in modo da acquisire una calma interiore, in modo da non essere agitati, ecc. .
Ancora una volta si vede da parte di una opposizione pseudo partitica, la concezione di massa-plebe di popolo che deve essere guidato e controllato perchè viene considerato infantile, incapace di pensare e forse anche pericoloso per se e per la società in generale, e che quindi deve essere privato di evolversi autonomamente e di avere una propria coscienza.
Ecco come si fa una opposizione psicoterapeuticamente corretta.