Gli italiani

Non sono un cittadino
Non sono un cittadino

Chi sono gli italiani.
Gli Italiani sono stati colonialisti e fascisti durante il ventennio, hanno approvato le leggi razziste contro gli ebrei, si sono alleati ai nazisti tedeschi per spartirsi il bottino di una vittoria immaginaria, salvo poi di fronte all’evidenza della sconfitta , tradire l’alleato e consegnarsi al nuovo padrone americano, e contemporaneamente il re d’italia è fuggito di notte su un piroscafo.
E dunque chi sono gli italiani. Negli anni 60-70-80 hanno vissuto una guerra civile, tra una parte fascio cattolica ed una parte pseudo comunista che si consegnava al padrone americano e che faceva finta di essere di sinistra.
In quegli anni l’economia italiana ha fatto balzi in avanti da diventare la quarta potenza industriale, fino a che, sul finire degli anni 90 è stata svenduta da vari personaggi politici, alcuni tuttora in vita, alla nuova europa, un consesso di stati europei al diretto controllo di élites finanziarie anglofone e americane, imboccando una strada di spoliazione industriale, tuttora in corso, e di attacchi continui alla costituzione, e diventando terra di sperimentazione di vaccini, e di abusi di potere.
E dunque chi sono oggi gli italiani.
Una masnada di gente senza un briciolo di cultura sia storica che generale, bombardati continuamente da un mainstream che li sta trasformando in fantocci telecomandati accondiscendenti, dove la corruzione politica dilaga, dove la scuola viene ridicolizzata con la complicità di tutto il corpo insegnante, dove la chiesa cattolica ispirata da un papa ridicolo e venduto alle élites finanziarie cerca sapientemente di consegnare la grande massa di questi cattolici della domenica, a questa cultura perversa di sudditanza psicologica e immorale.
I soli fuochi di resistenza sono rappresentati da due partiti nati da poco, quasi clandestini, dove la censura dei social si diletta a perseguirli quotidianamente.